Ciclomotori: questi sconosciuti. La giungla dove tutto è permesso. Facciamo chiarezza.

Ciclomotori: questi sconosciuti. La giungla dove tutto è permesso. Facciamo chiarezza.

L’articolo 52 del Codice della strada definisce i ciclomotori (da tutti noi volgarmente chiamati “motorini” o “scooterini”) come veicoli con le seguenti caratteristiche:
a) motore di cilindrata non superiore a 50 centimetri cubici
b) capacità di sviluppare una velocità fino a 45 chilometri orari.
Tali specifiche tecniche devono essere strettamente osservate dal costruttore e non possono essere modificate.
Il Codice della strada ribadisce il concetto poco più avanti: “Detti veicoli, qualora superino il limite stabilito per una delle caratteristiche indicate nei commi 1 e 2, sono considerati motoveicoli” (art. 52/4). Ciò significa che devono anche essere assicurati come tali e che il conducente deve essere munito della relativa patente di guida (categoria A).

Scooter truccato1In realtà, migliaia di minorenni circolano ogni giorno sulle nostre strade con i loro ciclomotori a velocità ben superiori a quella consentita dalla legge, ed inoltre con modifiche non autorizzate quali dispositivi di scarico, fanali, indicatori di direzione, specchi retrovisori, silenziatori di aspirazione, cilindro, testata e chi più ne ha più ne metta, punibili con le varie sanzioni amministrative previste dal Codice della Strada.
In caso di incidente riconducibile a modifiche apportate al motorino, inoltre, i genitori del minore responsabile rischiano di andare incontro a spese considerevoli, poiché l’assicurazione può esercitare azione di regresso sull’assicurato per il recupero dell’indennizzo pagato, a meno che, sul contratto non ci sia una clausola che esclude tale eventualità.

Scooter truccatoLa maggior parte delle volte, poi, i ciclomotori non vengono sottoposti a regolare interventi di manutenzione e ciò non fa altro che aumentarne il deperimento del ciclomotore stesso.

In questo articolo, tratto da bolognatoday.it, effettivamente di qualche mese fa, un caso emblematico: clicca QUI per la pagina originale

Il nostro consiglio? Prima di effettuare modifiche o di acquistare componenti, accertatevi che sia tutto in regola ed omologato e, caso mai, chiedete consiglio ai responsabili tecnici dei Centri Revisioni A.C.M. oppure alla vostra Officina Qualificata A.C.M. di fiducia.